i gabbiani.

Pubblicato il da aliceciango.over-blog.it

La mia mente buia e contorta è attratta in modo ossessivo dal gabbiano, l'uccello bianco di purezza.

la maestosità delle ali in volo è un richiamo per il mio intelletto, simile alle note di una dolce melodia suonata con le punte dei piedi di Polina Semionova.

in quest'immenso blu è raro trovare la coppia della purezza, ma se salgo in superficie, dove il sogno valica le porte della tristezza, allora noto due gabbiani volteggiare nello stesso, identico, medesimo modo. è un volo idilliaco, il flusso magico del mio cuore arriva in un millesimo di secondo alla mente, che incredula rimane estasiata dalla gioia del volo effimero. il cuore ora è  cielo e la mente sfavilla tra i gabbiani.

la speranza non abbandona l'idea di provare tale sentimento in un "mondo giungla" dove le prede diventano predatori...

sorvolo le cime tempestose della politica italiana, di un mondo lacerato, sanguinante, di una natura che ribella il suo esercito per la grande guerra, senza limiti e in completa leggerezza. 

l'energia che ho all'interno alimenta la voglia di salire in cima, ancora di più, sempre più in alto, voglio toccare il sole. è un'impresa ardua ma accanto a me c'è lo specchio della purezza, che come me, non abbandona l'idea di una sfida che porterà, tramite l'amore, alla libertà.

Abbandoneremo definitivamente la paura di vivere. 

 

23-GABBIANI-3-COMP-DSC_0771-BIS-.jpeg


 

 

 

 

 

 

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post